Da Tricase a Specchia per vendere marijuana. I suoi movimenti, però, non sono passati inosservati ai carabinieri che, dopo averlo fermato, hanno perquisito la sua abitazione: in casa nascondeva circa 400 grammi di marijuana.

È così che per Giuseppe De Giorgi, 21enne di Tricase, sono scattate le manette. I militari della stazione di Specchia ed i colleghi dell’aliquota radiomobile di Tricase, da qualche tempo, avevano notato la sua presenza a Specchia, dove era solito smerciare dosi di marijuana.
Così, sono state avviate le indagini, con servizi di appostamento ed osservazione. Bloccato per un controllo, il giovane è stato trovato in possesso di tre involucri contenenti marijuana e 90 euro in contanti. Ma è nella sua abitazione che i carabinieri hanno trovato il grosso: nascosti in cassa, infatti, all’interno di barattoli di vetro custoditi nel ripostiglio, sono spuntati i 400 grammi di “erba”. Il controllo è stato esteso in tutta l’abitazione e, nel cassetto del comodino della stanza da letto del giovane, è saltato fuori anche il bilancino elettronico di precisione.
Accompagnato in caserma, Giuseppe De Giorgi è stato dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Si trova confinato ai domiciliari.
E sempre per droga, i carabinieri hanno denunciato un 35enne di Specchia, S.T., trovato con cinquanta grammi di marijuana ed un bilancino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici − dodici =