Furto aggravato e lesioni personali: questa è l’accusa che ha fatto scattare le manette ai polsi di Fabio Nuzzo, trentaquattrenne di Racale. Stando alla ricostruzione dei carabinieri l’uomo si era  impossessato del furgone Fiat Scudo di un imprenditore di Racale, parcheggiato in strada a Torre San Giovanni di Ugento, dandosi alla fuga.

Inseguito dallo stesso proprietario è stato fermato dai militari della stazione CC di Racale e dai colleghi del Nucleo Radiomobile di Casarano. Fondamentale la collaborazione del proprietario che lo ha inseguito con l’auto di un parente, comunicando tempestivamente la direzione di fuga alla Centrale Operativa dei Carabinieri,  consentendo, di fatto, l’intervento risolutivo delle pattuglie già dislocate in quella zona. Lo stesso proprietario durante le concitate fasi della fuga, avvicinatosi al furgone per fermare il ladro, è stato colpito con lo sportello del mezzo, riportando lesioni guaribili in pochi giorni. Adesso il 34enne si trova in cella

 

Sempre in tema di contrasto ai reati contro il patrimonio in Ruffano, i CC della locale Stazione hanno denunciato due persone per il furto di alcune attrezzature agricole all’in terno di un casolare sito nell’agro di quel centro. Le cose rubate sono state restituite al proprietario.

A Matino ed Ugento sono state denunciate due le persone denunciate per il reato di ricettazione;

In Taviano è stato denunciato una persona di quarantuno anni per possesso di strumenti di effrazione. Sorpreso ad aggirarsi, con circospezione, per le vie di quel centro, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di strumenti atti all’apertura di autovetture.

Ma il lavoro dei Carabinieri della Compagnia di Casarano non si è fermato qui. Così In Racale, i carabinieri hanno arrestato, per il reato di evasione dagli arresti domiciliari, Alessandro Santoro Alessandro di trent’anni, poiché, durante i controlli è stata accertata la sua assenza dal domicilio. Rintracciato  è stato sottoposto di nuovo ai domiciliari.
In Melissano è stata denunciata una persona per la violazione degli obblighi inerenti le misure restrittive;
Due sono i giovani denunciati in Torre San Giovanni di Ugento poiché sorpresi in possesso di venticinque grammi di marijuana ed un bilancino elettronico.
A Parabita, due persone sono state segnalate al Prefetto di Lecce per uso non terapeutico di stupefacenti.
Tre persone sono state denunciate per guida sotto l’effetto di stupefacenti; tre quelle denunciate per guida in stato di ebbrezza ed altrettante per guida senza patente.
In tutto sono state ritirate ventisette patenti di cui sette per guida in stato di ebbrezza. Sequestrati trentotto veicoli per varie violazioni al codice stradale.
Infine, per sei persone è scattato il foglio di via obbligatorio con la proposta di allontanamento dai luoghi in cui le stesse sono state controllate, perché ritenute pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.