Questa sera alle 20.45 Stanley Jordan animerà il Palazzo della Cultura di Galatina con un concerto per piano e chitarra, nell’ambito della programmazione della XV Stagione Concertistica Internazionale “I Concerti del Chiostro” che si svolge con la direzione artistica del maestro Luigi Fracasso.

La carriera di Stanley Jordan ha preso il volo nel 1985 con un immediato successo di pubblico e di critica, in seguito ad una personalità camaleontica, anticonformista e fantasiosa. Che si tratti di audaci reinvenzioni di capolavori del soul o esplorazioni dell’universo pop-rock, così come di eclettiche sperimentazioni solistiche, Jordan riesce sempre a lasciare la sua indelebile impronta su ogni sua interpretazione.

Nel suo ultimo lavoro intitolato “Friends”, Jordan ha deciso di creare un progetto collettivo in cui ha coinvolto numerosi amici che si sono alternati al suo fianco.

Stanley Jordan è tra le figure più importanti ed originali della storia della chitarra. Egli rinnova e porta a massimi livelli una tecnica marginale, il “Touch” o “Tapping” che gli permette un uso pianistico della chitarra. Non usa il plettro e non “pizzica”, ma ora “percuote” ora “tira” le corde fino a creare un sound in cui le linee melodiche, i contrappunti e le linee di basso s’incrociano, danzano, come se fossero una, due, tre chitarre che suonano insieme.