Il consigliere regionale del PdL Saverio Congedo ha rivolto un’interrogazione urgente al Presidente della Regione Puglia, Vendola, all’assessore all’ambiente Nicastro e all’assessore alla Protezione Civile Amati sullo sversamento di petrolio verificatosi sul litorale adriatico della costa salentina.

Il consigliere regionale nell’interrogazione evidenzia come nella giornata di domenica 26 agosto scorso il litorale di Otranto in località Alimini e Frassanito sia stato invaso da una chiazza di catrame che ha duramente colpito l’ambiente e reso impraticabile la spiaggia ai bagnanti. Un fenomeno che ha provocato un’emergenza ambientale fronteggiata e circoscritta solo grazie al tempestivo ed efficace intervento della Guardia Costiera e di altre autorità, all’impegno di operatori balneari e di tanti ammirevoli volontari che hanno cercato di contrastare e ripulire l’onda nera.
“Purtroppo, non è la prima volta – sottolinea il consigliere regionale – che si verificano fenomeni di sversamento di greggio da navi in transito nel mare adriatico, con gravissimi danni per l’ecosistema costiero, per la salubrità ambientale e di riflesso anche per una significativa parte della nostra economia fondata sul richiamo turistico dello splendido mare salentino”.
“Per questo – conclude Congedo – si rende necessario che la Regione si attivi con un’azione di monitoraggio della completa bonifica del litorale ed intervenendo presso le autorità competenti affinché non solo vengano individuati ed adeguatamente sanzionati i responsabili di questo comportamento criminale ma anche adottati i necessari controlli affinché non si ripetano in futuro”.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.