Voleva lanciarsi nel vuoto da un’altezza di 7 metri, ma fortunatamente il tentativo di suicidio è stato sventato dai carabinieri. È accaduto nella mattinata di ieri, a San Donato di Lecce, verso le 09.30, dove stava per consumarsi un’altra tragedia estiva.

Una giovane donna, infatti, madre di due figli, aveva deciso di ricorrere a un gesto eclatante per esprimere il suo disagio e la sua inquietudine.  La donna separata da qualche tempo, è salita sulla veranda, retrostante la sua abitazione, e si è seduta lasciandosi penzolare nel vuoto ad un’altezza di circa 7 metri dal suolo. Sul posto sono prontamente intervenuti i militari della Stazione Carabinieri di san Cesario di Lecce, competente per territorio sul comune di San Donato e la locale Polizia Municipale. Dopo un’intensa ma serena trattativa, il personale intervenuto riusciva a far desistere la donna dai propri propositi e a restituirla ad una – si spera – maggior tranquillità personale e familiare. La donna, dopo i controlli sanitari di routine è stata affidata alle cure dei servizi sociali del comune di san Donato di Lecce .

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 + 5 =