Hanno un nome che li precede e per questo l’attesa è alle stelle per l’ottava tappa de La Notte della Taranta, quella che stasera inonderà l’Area mercatale di Calimera. Boban e Marko Marković arrivano nel Salento con i loro ritmi inconfondibili, per dare vita ad uno dei progetti più originali dell’edizione 2012 del Festival itinerante.

I re della tromba serbi suoneranno assieme a BandAdriatica, l’ensemble guidata da Claudio Prima e che è sintesi della sperimentazione sul rapporto tra le musiche del Sud Italia, dell’Albania, della Grecia e di tutto il versante nord-est, quello della ex Jugoslavia. Promette meraviglia il loro sposalizio, perché i Markovic sono niente poco di meno che i leader di una delle più famose brass band dei Balcani, con ha all’attivo tredici album e le colonne sonore di due film di Emir Kusturica (Underground, Arizona Dream), firmate assieme a Goran Bregović. Vincitori dei premi più ambiti per un “trumpecaro”, il suonatore di tromba, quelli di miglior musicista, miglior orchestra e miglior concerto al famosissimo Festival di Guča, a pochi chilometri da Belgrado, Boban e Marko Markovic, padre e figlio, si presentano a Calimera senza l’Orkestar, che conducono insieme dal 2006.

Prima di loro, sul palco salirà Madreterra, gruppo nato dalla fusione delle diverse esperienze musicali dei suoi componenti, tutti giovani ragazzi provenienti dalla Grecìa Salentina. Saranno seguiti, invece, in chiusura, dai Tamburellisti di Torrepaduli, tra i protagonisti della riaffermazione della pizzica dal 1989, da quando, cioè, l’etnomusicologo e cantante Pierpaolo De Giorgi ha deciso di dar vita a spettacoli che potessero ricreare l’atmosfera della festa di San Rocco a Torrepaduli.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

9 + 8 =