La Notte della Taranta fa la sua ultima tappa a Martano e chiude la rassegna itinerante di concerti che ha anticipato con quindici tappe in altrettanti comuni della Grecìa e del Salento il Concertone diretto da Goran Bregović che si terrà sabato 25 agosto sul palco di Melpignano.

Il festival itinerante – promosso e organizzato da Fondazione La Notte della Taranta, Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia, Provincia di Lecce, Unione di Comuni della Grecìa Salentina, Istituto Diego Carpitella – arriva alla fine del suo viaggio chiudendo in bellezza con due gruppi che hanno portato la storia della musica tradizionale salentina nel resto del mondo.

Primi a salire sul palco saranno i Ghetonia, ovvero Roberto ed Emanuele Licci (chitarre, voce), Admir Shkurtaj (fisarmonica, organetto), Salvatore Cotardo (clarinetto, sassofoni), Antonio Cotardo (flauto, ottavino, ciaramelle), Franco Nuzzo (tamburello, percussioni), Giorgio Vendola (contrabbasso).  Il gruppo, nato nel 1992 a bordo di una nave che portava Roberto Licci, Salvatore Codardo e Pierangelo Colucci da Brindisi a Patrasso, da alcuni anni si dedica allo studio della musica della Grecìa salentina, proponendosi di definire i tratti di un progetto che ricerca l’immersione in una cultura ricca di tradizioni e suoni allo scopo di offrire uno spettacolo fatto di linguaggi multipli. Nello stile raffinato dei Ghetonia confluiscono musica salentina, balcanica, jazz e contemporanea, mentre il fulcro della ricerca musicale resta la musica popolare grika. Il cantante Roberto Licci (componente del Canzoniere Grecanico Salentino agli inizi degli anni ’70), è affiancato oggi da eccellenti musicisti tra cui spiccano il figlio Emanuele e il fisarmonicista e compositore Admir Shkurtaj.
A chiudere la serata sarà il Canzoniere Grecanico Salentino, la formazione guidata da Mauro Durante ormai saldamente protagonista della scena internazionale. A ottobre dello scorso anno il Canzoniere Grecanico ha tenuto un tour negli Stati Uniti di ben ventuno date consecutive che ha toccato anche città come New York e Chicago, diventando il primo gruppo italiano a realizzare una tournée così lunga negli States. Da allora non si è più fermato, con sortite continue in Europa e nel mondo. A Martano, il Canzoniere presenta i brani del suo ultimo disco “Pizzica Indiavolata”, in uscita nazionale a fine settembre, che è il diciassettesimo album della lunga storia del Canzoniere Grecanico Salentino, nato da un’idea della scrittrice Rina Durante nel 1975. Per il primo e più antico gruppo di musica popolare salentina questo disco rappresenta la tappa finale di un percorso di due anni, con all’attivo oltre sessanta concerti tra Italia, Spagna, Croazia, Francia, Canada e Stati Uniti d’America. Sono i brani d’autore a farla da padrone nel nuovo disco, che ricontestualizza la tradizione, allineandola a quelli che sono i temi e i problemi del vissuto quotidiano di oggi. È così che, dopo “Focu d’Amore” uscito nel 2010, Mauro Durante raccoglie e porta a grandi livelli il testimone lasciatogli dal padre Daniele, fondatore del Canzoniere.

CONDIVIDI