Le Guardie Eco-zoofile congiuntamente con gli agenti del Comandi Stazione Forestale di Gallipoli, nell’ambito di attività di contrasto al bracconaggio, hanno sequestrato alcuni richiami acustici per la cattura di avifauna.

Le apparecchiature illegali sono state rinvenute, nelle campagne di Nardò e Galatone Si tratta di tre congegni per la riproduzione di richiami acustici amplificati, con funzionamento elettromeccanico. Tali strumenti, alimentati da batterie, sono in grado di riprodurre ad alto volume il verso della quaglia, specie che migra in questo periodo. L’utilizzo illecito dei richiami consente ai bracconieri di attirare la selvaggina, concentrarla in aree ristrette ed abbattere con facilità numerosi capi. La normativa sulla caccia vieta categoricamente l’utilizzo a scopo venatorio di richiami acustici, con o senza l’amplificazione del suono. I richiami sono stati sottoposti a sequestro e l’Autorità Giudiziaria valuterà
l’opportunità di disporne la confisca e la successiva distruzione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × quattro =