Gli agenti del Corpo Forestale dello Stato di Tricase, durante un servizio caccia notturno mirato alla prevenzione ed alla repressione di eventuali irregolarità sull’attività venatoria hanno rinvenuto numerose apparecchiature elettroniche utilizzate come richiamo acustico artificiale di avifauna.

Mentre procedevano a piedi per sentieri di campagna in località “Masseria del Mito” e “Masseria Tonda” in agro di Tricase, gli agenti della Forestale hanno udito il tipico verso di avifauna (quaglia) riprodotto artificialmente. Con l’ausilio di torce, hanno rinvenuto le apparecchiature da richiamo ed hanno proceduto al sequestro delle stesse. La legge sulla caccia L.157/92 punisce penalmente l’utilizzo e la detenzione di tali apparecchiature da richiamo, in quanto l’avifauna attirata dai richiami funzionanti nelle ore notturne, diventa facile preda dei cacciatori.
Proseguono le indagini al fine di addivenire all’individuazione dei responsabili dell’accaduto.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.