Stalking: è stato condannato in abbreviato a otto mesi di carcere e a sei mesi da scontare in un ospedale psichiatrico giudiziario, Antonio Carlà, 51enne di Calimera, assistito dall’avvocato Biagio Palamà.

L’imputato, dichiarato dallo psichiatra Domenico Suma un soggetto “ancora socialmente pericoloso”, avrebbe perseguitato per molto tempo la ex moglie. Minacce, messaggi, pedinamenti per spingerla a tornare con lui.

Il pm d’udienza, la dottoressa Roberta Licci, aveva chiesto una condanna a due anni di carcere, ma il gup Carlo Cazzella ha assolto Carlà da tutte le altre accuse mosse nei suoi confronti: danneggiamento, percosse, maltrattamenti in famiglia ed estorsione.