Manca il sangue e rischiano di saltare tutti gli interventi chirurgici. È la situazione che si sta verificando oggi al Vito Fazzi di Lecce, resa nota nella comunicazione indirizzata alla Direzione Sanitaria da parte del Simt, il Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale.

A mancare all’appello sono tutti i gruppi sanguigni, “sia per il notevole consumo da parte dei reparti chirurgici e medici, sia per la diminuita affluenza di donatori, peraltro allertati tramite le Associazioni di volontariato. Tutti gli altri Servizi Trasfusionali da noi contattati- continuano dal Simt- risultano carenti di sangue, e così anche il Centro Regionale per le Attività Trasfusionali, che ci ha confermato la carenza di sangue non solo regionale, ma anche nazionale (non c’è surplus di unità di sangue in nessuna regione italiana, anzi otto regioni risultano carenti)”. È per questo che si è chiesto alla Direzione Sanitaria del nosocomio di comunicar a tutte le Unità Operative la sospensione delle attività chirurgiche di elezione e della terapia trasfusionale dei reparti medici, che non rivestano carattere di estrema e improcastinabile urgenza. Il ripristino della normalità è previsto, verosimilmente, fra 48 ore. Nel frattempo, però, l’appello è per chiunque di presentarsi al Fazzi per donare il sangue.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × tre =