Affittava case-vacanza fantasma ad ignari turisti e, dopo avere incassato la caparra, spariva nel nulla. È così finito nei guai G.S.C. 44enne di Casarano, denunciato dai carabinieri per truffa, possesso e fabbricazione di documenti falsi.

L’uomo è stato denunciato dai carabinieri della stazione di Noto che, nel mese di luglio, avevano ricevuto due distinte denunce, sporte da turisti di Milano e Salerno. I vacanzieri, dopo avere contattato su un noto sito internet di inserzioni immobiliari il salentino, raggiunta la Sicilia, hanno fatto l’amara scoperta di essere stati truffati: le case che avevano prese in affitto nella zona del lido di Noto, in realtà, non esistevano affatto.
Così, i turisti – che pur di accaparrarsi la residenza estiva avevano sborsato 800 euro di caparra – si sono rivolti ai carabinieri, che hanno avviato una serie di accertamenti e controlli incrociati, che hanno permesso di risalire al 44enne salentino, residente in provincia di Roma e già noto per reati contro il patrimonio.
Il truffatore, per evitare i controlli conseguenti alle denunce delle sue vittime, aveva utilizzato una scheda telefonica ed un conto corrente bancario, aperti con documenti falsi ritenendo che tale stratagemma gli avrebbe consentito di tutelare la sua vera identità. Ma è stato tutto inutile ed è stato denunciato.

Federica Nastasia