Il conto del pranzo di nozze? Si paga senza scontrino. Lo hanno scoperto i militari della Guardia di finanza del comando Provinciale di Lecce durante un controllo a Marina di Castro, in un noto ristorante del luogo.

La ricevuta mai emessa sarebbe dovuta essere di 6.635 euro. Il titolare della trattoria si è giustificato con i finanzieri dicendo che la ricevuta fiscale sarebbe stata rilasciata in un secondo momento. Ma la normativa fiscale è chiara: il documento fiscale va emesso al termine della prestazione di servizi, che generalmente coincide con il pagamento, oppure, se il pagamento avviene prima della conclusione della prestazione, la ricevuta fiscale occorre rilasciarla all’atto del pagamento. Se invece, come accaduto nel caso in questione, la prestazione sia ultimata ma non viene effettuato alcun pagamento, la ricevuta fiscale deve essere rilasciata nel momento di ultimazione della prestazione, con l’indicazione di corrispettivo non pagato.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dieci + 10 =