Ha aggredito violentemente la ex convivente e poi e’ fuggito per una ventina di chilometri, schiantandosi contro un albero alla periferia Ovest di Aosta dopo un rocambolesco inseguimento della polizia.

Alle spalle uno storia di stalking che dura da quattro anni e degenerata nel tentato omicidio di questa mattina in un appartamento della localita’ turistica di Pila, a 1.800 metri di quota, dove la donna alloggiava insieme al figlio. Antonio Lenti, di 59 anni, fotografo originario di Lecce e residente ad Alessandria stamani poco prima delle 10 e’ entrato in casa della ex compagna Paola Sardi, di 47 anni, anch’essa di Alessandria. A piu’ riprese ha sbattuto la testa della donna contro le pareti e poi le ha inflitto dei colpi alla tempia, forse con un cacciavite. E’ stata la stessa vittima a chiamare le volanti della polizia dopo che l’uomo e’ scappato dalla casa. A valle, a Gressan (Aosta), ad una quindicina di chilometri dal luogo dell’aggressione, e’ iniziato l’inseguimento da parte di una pattuglia condotta dal capo della Squadra mobile di Aosta, Nicola Donadio. Antonio Lenti non si e’ fermato all’alt che gli e’ stato intimato e ha concluso la sua corsa in un prato, contro alcuni alberi. Ora e’ ricoverato all’ospedale regionale di Aosta ed e’ in stato di arresto per tentato omicidio e resistenza. Come la ex compagna, non e’ in pericolo di vita.