Spedizione ai Campionati Europei di pesistica da ricordare per la Nazionale Italiana Under 17, tornata da Bucarest con due ori, due bronzi e prestazioni individuali da incorniciare, anche al di là del medagliere. Al successo della rappresentativa italiana ha contribuito anche una salentina doc, ovvero Anna Chiara Cataldo, tesserata per l’ASD “Body’s Training” di Copertino. La giovanissima pesista, che ha da poco compiuto 14 anni, è addirittura andata al di là delle aspettative della vigilia festeggiando la sua prima convocazione in azzurro migliorando i primati italiani di strappo, slancio e totale nella classe Esordienti, portandoli rispettivamente a 64kg, 77kg e 141kg.

Chiamata dai tecnici Angelo Mannironi, Domenico Marzullo, Giovanni Scarantino e Costantino Smurro insieme ad un’altra atleta della società copertinese (Francesca Spina della cat. +69kg), in Romania la Cataldo (cat. 69kg) ha gareggiato proprio nella categoria della sua sfortunata compagna, costretta da un infortunio subìto una settimana prima della partenza a rinunciare al campionato. Nonostante il cambio di classe di peso e l’età (era la più giovane in assoluto della competizione), Anna Chiara si è piazzata 10^ sollevando 64kg di strappo (60 la prima alzata e 65 la terza, non valida) e 77kg di slancio (dopo aver fallito la terza a 79, ed aver migliorato la prima di 73), per un totale olimpico di 141 kg.

Se le cifre non fossero sufficienti a far comprendere le potenzialità di quest’atleta, basti pensare che i precedenti record di categoria (63, 76 e 138kg) erano stati stabiliti sempre da lei, che è stata capace, in un solo anno di carriera da agonista, di migliorarli per ben 21 volte. Una vera e propria impresa che è valsa ad Anna Chiara l’inserimento nell’elenco delle “Atlete di interesse Mondiale”: un riconoscimento che, vista la sua giovanissima età, a questo punto della carriera vale quanto una medaglia.

«Senza alcuna retorica, e sperando di non apparire auto celebrativo, voglio dire sinceramente che questa ragazza è un talento naturale – ha dichiarato il suo allenatore Franco Alemanno -. Ora l’obiettivo è la qualificazione alle Olimpiadi giovanili Under 17 di pesistica del 2014 e, considerato il fatto che lei ha già battuto il limite d’accesso ai campionati Mondiali, che è di 140kg di totale, possiamo dire che siamo in anticipo di tre anni sulla tabella di marcia che ci eravamo prefissata».

CONDIVIDI