Quella del governo tecnico è stata una “parentesi emergenziale” ma nel 2013 la parola deve tornare alla politica. Lo dice l’ex ministro delle Regioni, Raffaele Fitto, in un’intervista al “Messaggero” nella quale esclude un Monti bis nella prossima legislatura.

“E’ ovvio -dice- che con le prossime elezioni si dovra’ tornare a un esecutivo che abbia la legittimazione popolare. Del resto Monti ha ribadito di non voler ripetere l’esperienza di presidente del Consiglio”. Il Pdl intende giocare la carta Berlusconi. “Occorre decidere al piu’ presto la sua candidatura a premier del nostro schieramento”, aggiunge l’ex ministro.

“Intano non sfugge e nessuno -osserva Fitto rispondendo a una domanda sul desiderio degli imprenditori di vedere nuovamente Monti a Palazzo Chigi anche nella prossima legislatura – che questo governo cammina nel solco del nostro esecutivo. Comunque nel nostro programma c’e’ un’attenzione particolare al mondo imprenditoriale. Basti pensare alla riduzione del debito che Alfano a presentato a Monti, o all’utilizzo razionale degli incentivi”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette − 4 =