“Altre piogge al nord, brevi rovesci al centro, caldo al sud. L’Italia e’ da giorni divisa e lo rimarrà tutta la settimana a causa di Elio”, scrive in una nota Antonio Sanò direttore del portale Ilmeteo.it. “L’anticiclone africano – spiega – continua a pompare aria calda dall’entroterra tunisino

verso la Sicilia e il resto del sud, dove il sole e le temperature fanno invidia a Ferragosto”. Tra sabato e domenica, pero’, previsto un radicale cambiamento: “E’ attesa la quarta e ultima perturbazione del mese, Arpia”. “Sara’ proprio la formazione di un vortice mediterraneo sul Golfo di Genova – avverte Sano’ – a portare Arpia”. Il suo effetto, annuncia la nota, consiste in un guasto del tempo prima sulle regioni settentrionali con tanta pioggia autunnale e poi sulla Toscana, sul resto del centro e infine a sud. “Alla perturbazione – prosegue – seguira’ un vortice di aria piu’ fresca che, arrivando dal nord Europa, segnera’ appunto la fine dell’Estate anomala anche nel mezzogiorno italiano con un calo di 8°C della colonnina di mercurio. In ogni caso, Ilmeteo.it sottolinea come da giovedi’ a sabato l’Italia rimarra’ divisa con tanto caldo in Campania, Puglia, Calabria, Sicilia, e temperature fino 35°C e 30°C anche sul Lazio e Roma. Al nord e su parte della Toscana, dell’Umbria e delle Marche “ci sara’ invece occasione per piogge e anche temporali”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciannove − 9 =