E’ stato scarcerato Massimo Macchia, 39enne di Lecce, dopo oltre settimane di carcere perché colto in flagranza di reato con quasi mezzo chilo di eroina. E’ quanto deciso dai giudici del Tribunale del Riesame, Biondi, Sansonetti e Minerva, accogliendo il ricorso presentato dall’avvocato difensore Donata Perrone.

Il legale aveva evidenziato come macchia alla guida del mezzo non fosse a conoscenza su quanto trasportava. Tesi, in parte, accolta dai giudici. L’uomo venne arrestato il 23 agosto scorso insieme ad un complice, Sergio Quaranta, 24 anni di San Pietro Vernotico. I due vennero fermati nel corso di un regolare controllo del territorio tra Poggiardo e Sanarica e i finanzieri all’interno dell’abitacolo trovarono, sotto al tappetino dal lato del passeggero, un borsello che conteneva due sacchetti di plastica, per un peso complessivo di circa mezzo chilo di eroina.

 

CONDIVIDI