Vittorio Spada, 64enne di Gallipoli, per i giudici d’appello è responsabile della morte di Ilenia Attanasio, deceduta all’età di 23 anni in seguito ad un incidente stradale che si è verificato sulla Alezio- Gallipoli.

E’ stata così ribaltata la sentenza di primo grado che vedeva l’imputato assolto “perché il fatto non sussiste”. Grande soddisfazione è stata espressa dal padre della ragazza, Rosario Attanasio che aveva anche consegnato nelle mani dei giudici una lettera disperata in cui chiedeva giustizia. Fuori intanto si stava svolgendo una manifestazione dei parenti e degli amici della 23enne.

L’incidente risale all’8 luglio del 2007. Ilenia Attanasio era a bordo del suo scooter, diretta a Gallipoli. Mentre cercava di svoltare a sinistra per fare rifornimento in una stazione di servizio, fu tamponata e uccisa dall’auto condotta da Spada, intento nella manovra di sorpasso.

La Corte ha condannato l’imputato a risarcire i danni ai familiari della vittima e a pagare loro una provvisionale di 40mila euro al padre della ragazza, e 25mila ai fratelli.