“Presentato dall’attuale maggioranza come spot elettorale dell’attenzione verso le politiche giovanili e dei bisogni di numerosi appassionati, il primo Skate Park del Salento è già stato abbandonato dal Comune. Da presidente circoscrizionale, ho dato un importante contributo per la realizzazione dell’impianto sportivo e di tutto il progetto di riqualificazione della zona: vederlo in questo stato di abbandono, dopo neppure cinque mesi, è una sconfitta che lascia solo tanta rabbia”, questa la denuncia del presidente cittadino Udc. 

“Inaugurato il 22 aprile 2012 nel quartiere Rudiae, a poche decine di metri dal rione San Pio, lo skate park si presenta ai tanti appassionati come una struttura bella e funzionale, ma senza illuminazione, sporca, mal gestita e per di più con problemi di sicurezza: erbacce dappertutto, alberi e palme completamente secchi, rifiuti mai smaltiti e pedane con evidenti segni di usura e pericolose crepe”, spiega Isola.

“A cominciare dall’impianto di illuminazione, che non è stato ancora messo in funzione, probabilmente perché il Comune non ha le risorse finanziare per attivare l’utenza. Questo comporterà nei prossimi giorni che la struttura sarà inutilizzabile per gran parte della giornata.

La gestione della struttura – continua il presidente cittadino – è stata affidata dal sindaco alla Lupiae Servizi, che dovrebbe curarne la vegetazione circostante, ma a quanto pare, la società partecipata è latitante. Il motivo? Probabilmente la Giunta comunale non ha inserito l’attività in nessun capitolo di spesa e  l’azienda partecipata, senza la certezza del pagamento, non ha in programma l’intervento”.

Da qui l’invito rivolto all’amministrazione: “Si effettui un immediato intervento di manutenzione ordinaria e pulizia di tutta la zona: possibile che nessuno si sia accorto ed abbia segnalato la situazione di abbandono o forse è perché si tratta di una struttura di periferia? Voglio sottolineare a tal proposito che lo skate park è utilizzato quotidianamente anche da appassionati provenienti da tutta la città e da Lecce, Brindisi e Taranto ed è considerato uno dei più importanti impianti di Puglia per i materiali speciali di realizzazione. Inoltre, invito il sindaco a fare un sopralluogo: così come Perrone e la sua Giunta, infatti, sono stati protagonisti nell’inaugurazione della struttura, dovrebbero mostrare altrettanta solerzia nell’averne cura”.

“Infine, la struttura presenta già un pericoloso taglio sulla pedana, che ha già causato numerose cadute e contusioni tra gli skaters: possibile che una struttura così nuova presenti già danni? E ancora, la serratura del cancello è stata già manomessa”, prosegue Isola.

“Se l’amministrazione – conclude il presidente cittadino Udc – è incapace di gestirne la manutenzione, provveda ad emettere  un regolare bando pubblico e lo affidi alle associazioni sportive, che sicuramente avranno più cura ed amore nel gestirlo. Infine, mi auguro che tutte le volte in cui  l’Amministrazione Comunale intende realizzare delle aree attrezzate o parchi urbani definisca preliminarmente le modalità e con quali fondi intende curarne la manutenzione ordinaria.  Sono numerosissime le strutture pubbliche che sono state realizzate in questi anni, ma altrettanto numerose sono quelle che sono gestite malamente o completamente abbandonate. La mala gestione e l’abbandono inoltre genera automaticamente in alcuni cittadini l’errata convinzione di poter fare atti di vandalismo.

Alcune informazioni sullo Skate park: fa parte del progetto più ampio del programma integrato di riqualificazione delle periferie (Pirp) su fondi Fesr per un totale di 1.576.423,87 euro. L’intervento di riqualificazione urbana della zona consiste nella realizzazione di due aree attigue materialmente separate da via delle Medaglie d’Oro che si estendono su di una superficie totale di 6.806,19 metri quadrati. Il primo lotto, di dimensioni minore di 1.922,56 metri quadrati, posizionato sul lato Ovest di Via delle Medaglie d’Oro confinate con gli attuali uffici Telecom, è quello che ospita appunto lo «Skate par». Le attività Il secondo lotto, di maggiori dimensioni (4.883,63 metri quadrati), compreso tra via delle Medaglie d’Oro e via Giancane, prevede la realizzazione di un parco giochi con annessa area footing, fitness e attrezzature ludiche per bambini i cui lavori partiranno nei prossimi giorni.

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × 2 =