Diciassette persone sono state scoperte e multate mentre gettavano rifiuti nelle campagne nei dintorni di Lecce. L’operazione, eseguita dalla sezione ambientale del Comando di Polizia Municipale, rientra in una azione di contrasto al degrado provocato dall’abbandono indiscriminato di immondizia.

I cittadini contravvenzionati risiedono in alcuni paesi limitrofi. Si sono resi responsabili di conferimento illecito di rifiuti, in violazione delle ordinanze vigenti. La multa ammonta a 100 euro ciascuno. Ad essere sorpresi in via dei Condo’ dagli agenti della Polizia Locale, sono stati soprattutto cittadini residenti nei paesi di Arnesano e Monteroni mentre cercavano di disfarsi non solo della spazzatura ma anche di vetro, cartone, plastica, metalli ed altri materiali. In questi centri, infatti, e’ stata adottata gia’ da tempo la raccolta differenziata porta a porta, ma alcuni residenti, invece di rispettare il calendario, preferiscono disfarsi velocemente della spazzatura, gettando di tutto e di piu’ nei cassonetti dislocati lungo le vie periferiche della citta’ di Lecce o nei pressi dei contenitori. Il servizio e’ stato svolto con auto civetta ed in abiti civili ed ha portato anche alla contestazione di due verbali per la violazione delle norme previste dal Codice della strada, con il ritiro di una carta di circolazione. I controlli verranno ripetuti anche in altre zone della periferia cittadina per reprimere questo fenomeno. L’operazione rientra nell’attivita’ di controllo del territorio finalizzata alla repressione degli atti di abbandono di rifiuti nella periferia urbana intensificata in questi giorni dagli agenti della Polizia Municipale.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × 1 =