Aggredisce l’ex compagna perché non si rassegna alla fine della loro storia d’amore. È accaduto ieri mattina, intorno alle ore 08.10, quando la donna,
una leccese di 44 anni, in evidente stato di agitazione, ha chiesto aiuto alla polizia, che è prontamente intervenuta in Via Principe di Savoia.

Agli agenti, la donna, dopo essersi calmata, ha raccontato di esser già da tempo vittima dei continui atti persecutori ad opera di un uomo di 60 anni, che abita in un appartamento di fronte al suo, il quale poco prima l’aveva avvicinata e, dopo averla bloccata per un braccio,   con l’altra mano ha afferrato un  bastone,  offendendola con affermazioni volgari, allontanandosi subito dopo, probabilmente per arrivo di alcuni passanti.
La donna precisava, inoltre, di aver interrotto da circa un anno una relazione sentimentale con il suo aggressore che non si era rassegnato a questa decisione.
Considerata la violenza dell’aggressione, per la quale la leccese presentava un vistoso livido all’altezza dell’avambraccio, decideva a sporgere denuncia-querela, riservandosi di far pervenire il certificato medico relativo alle percosse subite, dopo le cure mediche alle quali sarebbe immediatamente ricorsa.