Ottenere la terza vittoria consecutiva in altrettante gare, candidarsi autorevolmente al ruolo di lepre del torneo e, magari, regalare sprazzi di bel gioco. Vigilia di Lecce-San Marino, si può sintetizzare così con premesse e sensazioni in casa giallo-rossa altamente positive e propositive.

La coda del calciomercato per le note vicende del calciomercato non hanno alterato l’organico a disposizione di Mister Lerda, tutt’altro. Ceduto Corvia al Brescia, con l’attaccante romano afflitto da continui “mal di pancia”, il direttore sportivo giallo-rosso Antonio Tesoro ha regalato al tecnico di Fossano, un’attaccante Salvatore Foti prelevato a titolo definitivo dalla Sampdoria, due centrocampisti, Giacomo Zappacosta dal Barletta e Francesco De Rose dalla Reggina e il difensore, ex-Nocerina, Roberto Di Maio. Sostanzialmente l’organico del Lecce appare uscito ulteriormente rinforzato da questa ulteriore sessione di calcio-mercato con il tecnico giallo-rosso che potrà avere a sua disposizione di cambi importanti nel corso di una stagione lunga e logorante dal punto di vista fisico. Un sostituto per ruolo, con almeno 15-16 giocatori potenzialmente aspiranti titolari. E la concorrenza all’interno di una rosa in un torneo che non si preannuncia particolarmente stimolante può essere un’arma importante per tenere la squadra sempre sul filo della tensione. Per la gara di domani, mister Lerda, dopo la rifinitura ha convocato 20 giocatori. Nella lista non compare il portiere Petrachi, bloccato in settimana da alcuni problemi muscolari mentre sono stati convocati i nuovi arrivati Di Maio, Zappacosta e De Rose, mentre per Chevanton, sulla via del completo recupero, anche per questa domenica sarà tribuna. L’unico dubbio che Lerda dovrebbe sciogliere solo a poche ore dall’inizio della gara è a chi affidare una maglia da titolare sulla fascia sinistra. Tomi potrebbe essere favorito su Legittimo, finora sempre titolare. In attacco, il terminale offensivo sarà il brasiliano Jeda. Il Lecce, quindi, dovrebbe schierarsi con l’ormai collaudato 4-2-3-1, con Benassi in porta, in difesa da destra a sinistra con Vanin, Diniz, Esposito e Tomi, favorito su Legittimo, schermo di centrocampo composto da memushaj e capitan Giacomazzi, in avanti, Falco, Bogliacino e Pià a supporto dell’unica punta Jeda. In sala stampa si è presentato il tecnico giallo-rosso Franco Lerda. Ecco alcune sue diciarazioni riportate anche sul sito dell’Unione Sportiva Lecce: “Gli ultimi arrivati sono tutti e quattro convocati; alcune di loro sono in buone condizioni, altri meno. Per esempio Di Maio in questi giorni ha lavorato a parte e poi oggi si è allenato con la squadra. Cosa mi attendo da questa terza partita della stagione? Mi aspetti i tre punti, poi lo sviluppo della gara non è sempre preventivabile. Abbiamo disputato due partite fino ad ora, ci conosciamo meglio, la condizione fisica migliora e questo fa ben sperare. Non bisogna dimenticare che il gruppo che alleno, a parte qualche elemento, è nuovo e sicuramente con il passare del tempo la conoscenza migliorerà. Finito il calciomercato? Fortunatamente è finito, sono soddisfatto di quello che è stato fatto. Il nostro mercato è partito cercando di trattenere dei giocatori che erano qui e poi abbiamo completato l’organico con dei giocatori di esperienza e altri di prospettiva, ma che hanno tutti un tratto comune e cioè le motivazioni. Il San Marino? Avranno grosse motivazioni, ma noi ne dovremo avere ancora di più. Nel calcio ci sono le individualità che devono essere messe al servizio della squadra e, ma alla base di tutto ci sono le motivazioni.” Il San Marino arriva nel Salento con tre punti in due gare. Nella prima giornata i bianco-blu hanno perso per tre a uno sul campo del Como per poi ottenere i primi tre punti sempre con lo stesso risultato in casa contro il Tritium. Gli unici dubbi di formazione per il tecnico Mario Petrone riguardano il reparto d’attacco. Fischio d’inizio fissato per le ore 15,00. Arbitro dell’incontro è stato designato Daniele Chiffi della sezione di Padova. Intanto nelle scorse ore la campagna abbonamenti ha superato le 2 mila e 700 tessere.  Abbattuto, così, il numero delle sottoscrizioni della precedente esperienza in serie C, risalente ala stagione ’95-96, quando vennero sottoscritte 2 672 tessere.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 − cinque =