I carabinieri sono andati a casa sua a colpo sicuro, certi di trovare qualcosa di illecito. Era marijuana, per un totale di 166 grammi. Per un 45enne di Corsano sono così scattate le manette.

Si tratta di Leonardo Bortune, 45enne, già gravato da precedenti giudiziari e di polizia, che è stato arrestato dai carabinieri del norm della compagnia di Tricase, in collaborazione con i militari della stazione di Corsano. Per lui, l’accusa è di detenzione ai fini di spaccio e spaccio di sostanze stupefacenti.
I carabinieri hanno bussato alla sua porta, dopo averlo sorpreso nella cessione di una bustina di marijuana ad un acquirente, poi identificato in S.M. 45enne di Tiggiano. I due erano stati visti confabulare davanti alla porta d’ingresso del Bortune in atteggiamenti sospetti, finché il padrone di casa ha aperto la porta di un ripostiglio e, preso un sacchetto di plastica, lo ha consegnato a S. M. ottenendo in cambio del denaro. Lo spaccio, oltre che avvenuto sotto gli occhi dei carabinieri, è stato immortalato anche da una telecamera, che i militari avevano portato al seguito per documentare l’attività illecita.
Terminato lo scambio, l’acquirente si è frettolosamente allontanato dall’abitazione. Per verificare l’oggetto della compravendita, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile hanno seguito il 45enne che, accortosi di essere tallonato, ha cercato di sottrarsi al controllo venendo, però, raggiunto e bloccato. Le perquisizioni personale e veicolare hanno dato esito negativo ma i militari, percorrendo a ritroso il tragitto compiuto dall’uomo, hanno rinvenuto un sacchetto di plastica bianca contenente settanta grammi di marijuana.
Condotto in caserma, l’uomo di Tiggiano ha riconosciuto l’involucro come quello da lui poco prima acquistato dal suo fornitore abituale del quale, però, riferiva di ignorare il nome. Così i carabinieri hanno deciso di andare a verificare di persona. E si sono presentati davanti alla porta di casa di Bortune. L’accurata perquisizione ha permesso di rinvenire, all’interno del ripostiglio, un sacchetto di plastica contenente quarantotto grammi di marijuana, mentre ben nascosta sotto alcune reti da pesca poggiate a ridosso del muro dell’abitazione i militari dell’Aliquota Operativa hanno trovato un’altra busta in plastica con all’interno centodiciotto grammi di marijuana che per forma, aspetto ed odore era del tutto simile a quella acquistata da S. M. poco tempo prima.
Per Bortune sono scattate inevitabilmente le manette, mentre S.M. è stato segnalato al Prefetto, per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.