Cinque istituti di credito, chiamati ad un prestito di soccorso nei confronti di Omfesa, hanno risposto alla richiesta di aiuto alla liquidità per poter riavviare l’attività lavorativa. Viva soddisfazione è espressa dal vice presidente della Provincia di Lecce Simona Manca, che ha seguito passo dopo passo l’intera vicenda

“E’ il fondamentale risvolto che attendevamo da mesi – commenta Manca – e non può che farci guardare con ottimismo al futuro prossimo di Omfesa. Credo che si stia per sventare, a questo punto, quello che sarebbe stato un epilogo paradossale per un’azienda con diversi milioni di commesse contrattualizzate e senza un soldo per comprare i materiali e ricominciare a lavorare. Incassate le disponibilità delle banche, a questo punto, è estremamente urgente che il Prefetto, che ha guidato tutta questa vicenda con puntualità e attenzione, convochi una nuova riunione del tavolo e faccia firmare un protocollo d’intesa, per poter dar corso operativamente all’accordo nei tempi più brevi possibili. Messo nero su bianco, si aprono scenari confortanti su Omfesa e sui suoi lavoratori nel breve periodo. In attesa che l’azienda – auspica Simona Manca – trovi fondamenta più solide per una prospettiva a lunga scadenza”.

 

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × due =