Maxi-furto di rame per un danno complessivo quantificato in circa 300 mila euro. Bersaglio dei ladri, l’erigenda struttura alberghiera che sorge sulla strada Maglie-Cutrofiano, nel territorio di Corigliano d’Otranto.

Difficile stabilire quando la razzia sia stata messa a segno perché i lavori sono rimasti fermi nel corso della pausa estiva iniziata il 20 agosto e conclusa appena due giorni fa. E proprio nella giornata di mercoledì, i titolari della struttura, facenti capo alla società “Perla srl”, si sono accorti della sgradita visita consumata nei giorni precedenti e in mattinata una circostanziata denuncia è stata depositata in Procura dal legale della società, l’avvocato Elio Maggio. Secondo quanto accertato, i predoni del rame rosso hanno completamente smontato tutti gli impianti elettici anche quelli installati per garantire il funzionamento degli impianti sanitari con un lavoro ultimato, con ogni probabilità, nell’arco di almeno due notti. Chi è entrato in azione è riuscito anche ad eludere i controlli garantiti in determinati orari da un istituto di vigilanza privato. I metronotte, però, si limitavano, per contratto, ad un controllo esterno della struttura. Non sarebbe garantito un servizio di gurdiania 24 ore su 24. Secondo quanto denunciato, i lavori per l’installazione dell’impianto del sistema elettrico all’interno della struttura che si estende su una superficie complessiva di mille e 750 metri quadrati, sono costati alla società una cifra di circa 400 mila euro, affidati regolarmente ad una ditta privata. Il danno è coperto da assicurazione anche se inevitabilmente, il furto comporterà un ritardo nel completamento della maxi-struttura. Le indagini sono affidate ai carabinieri del Norm di Maglie che non potranno avvalersi della visione di alcuna immagine. Il nascente albergo, infatti, al momento, è sprovvisto di un sistema di video-sorveglianza esterno e interno alla struttura.

 

Christian Petrelli

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

venti + 3 =