Ha ottenuto gli arresti domiciliari Cristina Peluso, la 30enne di Lecce, arrestata lo scorso 30 agosto dai finanzieri di Lecce perché trovata in possesso di oltre 50 grammi di eroina.

Lo ha stabilito il Tribunale del Riesame, (Biondi, Minerva, Sansonetti), che ha accolto il ricorso presentato dall’avvocato difensore Pietro Ripa. Il legale è riuscito a dimostrare come la droga sequestrata dai finanzieri fosse destinata ad un uso esclusivamente personale e che non si potesse in tal modo configurare alcuna attività di spaccio. La giovane venne fermata dai baschi verdi dopo aver attraversato un incrocio nonostante il semaforo rosso. Risultata sprovvista di patente, venne portata in caserma e dopo una perquisizione personale trovata in possesso di oltre 50 grammi di eroina e per la donna inevitabili scattarono le manette.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dodici − tre =