Misteriosa aggressione in mattinata a Gallipoli, dove un imprenditore 68enne del posto, Giovanni Mauro, è stato ritrovato dal nipote, riverso in una pozza di sangue. L’uomo aveva il cranio fracassato. Adesso è grave al Fazzi di Lecce.

L’episodio è avvenuto in zona “Li Foggi”, all’interno di una delle cava di proprietà dell’uomo in contrata “Macchia Forte”. Nessun testimone avrebbe assistito all’aggressione, dietro la quale potrebbe nascondersi anche un tentativo di rapina finita male.
Sul posto, dopo l’allarme lanciato dal familiare dell’imprenditore gallipolino, è accorsa un’ambulanza del 118, che ha poi trasportato a sirene spiegate l’uomo in ospedale, al Fazzi di Lecce, dove si trova tutt’ora ricoverato con prognosi riservata.
Le indagini sono affidate agli agenti del commissariato di Gallipoli.

Maggiori dettagli nelle prossime ore.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

venti + quattordici =