Avrebbe abusato di una 17enne e molestato due altre ragazzine di Nardò. Con le accuse di molestie, atti sessuali e palpeggiamenti è finito nei guai un 42enne del posto. Giovedì si terrà davanti al gup Vincenzo Brancato l’udienza preliminare, dopo la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dal sostituto procuratore Carmen Ruggiero.

I fatti si sarebbero verificati tra il novembre del 2010 e il luglio del 2011.

A dare avvio alle indagini, condotte dai carabinieri della locale stazione, la denuncia presentata dai genitori di una delle presunte parti offese, che sarebbe stata costretta a subire atti sessuali, nell’auto dell’imputato.

Le altre due amiche invece sarebbero state “perseguitate” da sms e telefonate a sfondo erotico con chiari inviti a intrattenere rapporti sessuali con lui.

Dopo l’incidente probatorio, che si è tenuto nei mesi scorsi davanti al gip Antonia Martalò, il pm ha chiuso le indagini e chiesto di mandare a processo l’imputato che, fino ad oggi, ha sempre respinto ogni accusa.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

8 + 19 =