“Vorrei rassicurare voi tutti, cari genitori, circa l’impegno dell’Amministrazione Comunale e mio personale, affinché la nostra Villa, alla quale sono legati i ricordi di infanzia di generazioni di leccesi, continui ad essere un luogo in cui i nostri figli possano trascorrere in sicurezza e gioia i loro momenti di svago e di socializzazione”.

Si chiude con queste parole la lettera aperta inviata dal sindaco Paolo Perrone ad un nutrito gruppo di genitori che nei giorni scorsi si erano rivolti al primo cittadino leccese per chiedere maggiore sicurezza all’interno della Villa Comunale alla luce di alcuni recenti episodi che avevano destato forti preoccupazioni, soprattutto da parte di chi porta i propri figli a giocare nel polmone verde ubicato al centro della città.
“Devo ammettere – scrive il sindaco Paolo Perrone nella missiva indirizzata allo spontaneo Comitato mamme recante la firma di 151 genitori – di essere rimasto molto colpito dagli episodi che citate. Il Comandante dei Vigili Urbani, Donato Zacheo, al quale ho richiesto delucidazioni in merito, mi ha assicurato che la Polizia Municipale ha sempre garantito il presidio della Villa Comunale durante tutto l’orario di apertura, ma di recente, dal 3 al 10 settembre, a causa della carenza di organico, è stato predisposto un servizio di tipo ‘dinamico’: il vigile preposto effettua anche il pattugliamento delle strade ubicate immediatamente a ridosso del parco pubblico (via XXV Luglio, via Trinchese, via Matteotti, via Costa)”.
“Il Comandante – conclude il sindaco Perrone – mi ha comunque assicurato che il servizio di pattugliamento fisso all’interno della Villa è stato ripristinato”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 − 3 =