Prosegue con grande successo di pubblico la programmazione delle iniziative di “Leverano d’Estate” 2012 promosse dall’Amministrazione Comunale.  Mercoledì 12 settembre alle ore 20.30 il largo della Torre federiciana di Leverano ospiterà la presentazione del libro “Gli occhi di mia figlia” di Vittoria Coppola, edito da Lupo Editore. Il romanzo è balzato agli onori della cronaca come caso editoriale per aver vinto il titolo di libro dell’anno nell’annuale sondaggio promosso da “Billy”, la rubrica letteraria del TG1, superando in termini di voti e preferenze testi firmati Einaudi e Rizzoli. 

Sul totale dei 581.000 voti espressi fino al 25 gennaio scorso, quando si è chiuso il concorso, quasi il 28% delle preferenze era a favore del libro di Vittoria Coppola. Un caso di cui si sono occupati anche quotidiani nazionali come Il Corriere della Sera, secondo cui l’evento “meriterebbe di essere studiato per l’intreccio nuovo che apre tra sistema editoriale, comunicazioni di massa e social network”.

26enne di Taviano, Vittoria Coppola è laureata in Lingue e Letterature Straniere, Comunicazione Linguistica Interculturale, sin da piccola coltiva la passione della scrittura. In merito a ciò afferma: “Lo scopo che mi prefiggo nel momento in cui inizio a riempire pagine di parole e sentimenti, è quello di emozionare, regalando a chi mi privilegia “leggendomi,” attimi personalissimi di evasione dalla realtà, ma anche, perché no, arricchimento della stessa Confido sempre nella bellezza dei sentimenti e perciò, quando qualcuno reputa banale il parlare d’amore, io sorrido, e vado avanti per la mia strada”.

“Gli occhi di mia figlia” è una storia di “non detti”, in cui egoismi e fragilità vanno a comporre un perfetto e perverso incastro, e viene rappresentato il misterioso e contraddittorio universo dei sentimenti umani: non basta essere genitori per saper comprendere i propri figli ed amarli come meritano, non basta essere giovani e di cuore aperto per essere pronti ad affrontare la vita, né essere innamorati per non farsi complici della propria ed altrui sofferenza. Dana, pur nei privilegi di ragazza circondata da benessere e raffinatezza, è soffocata dalla coltre iperprotettiva di una madre che ha deciso il suo futuro, ma la sua passione per André, fascinoso pittore di donne senza sguardo, si rivela una fuga più grande della sua acerba giovinezza, incapace di reggere all’infrangersi di un sogno. Armando, l’uomo che le offre un amore devoto e remissivo, nasconde un segreto destinato ad esplodere in modo bruciante. Eppure esistono legami che sopravvivono al tempo e sono pronti a riservare luminose sorprese, nei giochi del caso e nel risveglio di coscienze troppo a lungo sopite. Una storia di solitudini e di scelte, nella quale regge sovrana la solidità dell’amicizia, l’unica che non tradisce.

<< La nostra comunità Leveranese è entusiasta di accogliere  la scrittrice Vittoria Coppola, come degna ed alta espressione di una letteratura contrassegnata da sentimenti che “muovono” il nostro animo e da attimi seppur estemporanei di nostalgica evasione dalla realtà >> così dichiara l’Assessore alla Cultura dr. Giuseppe Martina.

 

Il consigliere comunale  incaricato agli eventi di Leverano d’Estate Enzo Mega afferma che la presentazione del libro “Gli occhi di mia figlia” di Vittoria Coppola mira a promuovere l’importanza della lettura come mezzo di straordinaria efficacia per diffondere e conservare la cultura.

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due + tre =