Hanno fatto irruzione nel supermercato, quando era affollato di gente. Sono entrati all’incirca a mezzogiorno, puntando dritto alle casse del “Super Mac” in via Pappacoda a Lecce, nei pressi dei magazzini “Del Coco”. Puntando una pistola contro i dipendenti, li hanno costretti a consegnare nelle loro mani i soldi. C’è stata anche una colluttazione con un cliente, un agente in licenza, riuscito a sfilare il casco ad uno dei malviventi. I due sono fuggiti in scooter.

L’assalto armato ha fruttato una cifra in via di quantificazione, ma supera i 3mila euro. Ad agire, secondo le prime informazioni raccolte sul posto dagli agenti di polizia, sono stati ancora una volta due persone. Una magra, l’altra piuttosto robusta. Entrambi hanno fatto irruzione col volto coperto da caschi, mentre uno solo era armato di pistola, forse giocattolo. Indossavano anche dei guanti, forse per non lasciare impronte.
Terrorizzando i presenti, hanno arraffato i soldi e si sono dileguati a bordo di uno scooter, ritrovato abbandonato nelle vicinanze. Era stato rubato a fine luglio. Al vaglio degli investigatori, le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza del supermercato e delle attività adiacenti.

L’intervento dell’agente, assistente della polizia di stato, in servizio presso la polizia di frontiera a Brindisi, ha consentito di recuperare parte del botti o, poi restituito. Dopo avere tentato di bloccarne uno, salvo poi desistere davanti alla minaccia della pistola, l’agente ha inseguito i banditi all’esterno, facendololi cadere dallo scooter. Nella caduta, i banditi hanno perso un casco. L’assistente di polizia ha riportato escoriazioni e contusioni guaribili in 10 giorni e, nonostante il suo intervento,i rapinatori sono riusciti a rialzarsi in fretta e fuggire, abbandonando lo scooter dopo qualche centinaio di metri. Dalle fattezze, non si esclude possano essere gli autori delle rapine in banca dei giorni scorsi.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × 2 =