Giro di vite contro il lavoro nero ed irregolare da parte delle fiamme gialle del Comando Provinciale di Lecce. Le ultime verifiche, eseguite nel Sud Salento tra Tricase, Specchia, Melendugno e Corigliano d’Otranto, hanno interessato le attività ristorative. Il bilancio è di 11 lavoratori in nero ed uno risultato irregolare.

Gli accertamenti di natura fiscale dei finanzieri hanno permesso di fare emergere ulteriori violazioni inerenti l’occultamento al fisco di ricavi per oltre 52.000 euro, ma anche l’irregolare tenuta delle scritture contabili e l’omesso versamento delle ritenute operate.
Le violazione constatate in materia di “lavoro nero” saranno segnalate agli Uffici competenti per l’irrogazione delle previste sanzioni amministrative nei termini di legge.
La legge, infatti, prevede, per ogni singolo lavoratore non regolarmente assunto, una sanzione che può variare dai mille e 500 euro ai 12mila euro; 150 euro per ogni giornata lavorativa prestata più un eventuale provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.