Hanno rubato profumi per un valore totale di 1500 euro, le due donne tratte in arresto ieri pomeriggio a Lecce e condotte agli arresti domiciliari. Si tratta di Johra Zecca, 20enne di Brindisi residente a Lecce e Franca Ostuni, 33 anni brindisina.

Ventitré sono le scatole di profumi sottratte dal negozio Coin in Piazza Mazzini e portate via grazie ad un semplice stratagemma che ha schermato la refurtiva consentendo di portarla fuori dalla struttura commerciale senza che gli strumenti anti-taccheggio potessero suonare. Le due donne però, sono state notate dal personale di vigilanza: Johra Zecca è stata fermata da una dipendente della Coin dopo aver anche tentato di disfarsi di una boccetta di profumo lanciandola sotto un’auto. Franca Ostuni invece, è stata inseguita fino a Via 95° Reggimento Fanteria: una volta fermata è stata trovata con indosso una borsa contenente alcune boccette di profumo avvolte nell’alluminio, in modo da schermare il passaggio dalle casse.
Una volante della Polizia, giunta sul posto, ha poi perquisito anche la loro autovettura parcheggiata in piazza, trovando altre boccette di profumo e facendo perciò presumere la continuazione del reato. L’auto inoltre, non risulta di proprietà della Ostuni ma la donna si è giustificata affermando un passaggio di proprietà ancora in corso; la 33enne ha poi esibito al posto della patente un contrassegno assicurativo che è risultato falso e fotocopiato e pertanto è stata sottoposta a provvedimenti anche per questo.
Entrambe sono state arrestate per il reato di furto pluri-aggravato e continuato in concorso, mentre sulla Ostuni pende anche l’accusa di uso di atto falso e falsità materiale. L’auto inoltre, in manca di assicurazione è stata sequestrata.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dieci + 8 =