E’ cominciata davanti al gup di Bari Susanna De Felice l’udienza preliminare a carico del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e dell’ex dg della Asl di Bari, Lea Cosentino, ribattezzata dalla stampa ‘lady Asl’.

I due sono accusati di concorso in abuso di ufficio in relazione al concorso da primario di chirurgia toracica all’ospedale San Paolo di Bari, vinto dal medico Paolo Sardelli. La procura contesta a Vendola di aver istigato ‘lady Asl’ a riaprire i termini per la presentazione delle domande per accedere al concorso, con l’obiettivo – ritiene la pubblica accusa – di assicurare a Sardelli l’assunzione quinquennale. I fatti si riferiscono al periodo compreso tra settembre 2008 e aprile 2009. In aula non e’ presente il governatore Vendola. Sono invece presenti Cosentino, assistita dal difensore Massimo Roberto Chiusolo, il legale di Vendola, Vincenzo Muscatiello, e Marco Luigi Cisternino, assistito dall’avvocato Erika Raffaella Santacroce, uno dei tre medici che aveva partecipato al concorso entro i termini e che ha chiesto di costituirsi parte civile. L’accusa e’ rappresentata dalla pm Desiree’ Digeronimo.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × quattro =