Sei magistrati della procura di Bari sono stati ascoltati oggi come ‘persone informate dei fatti’ dalla procura di Lecce, competente ad indagare per fatti che riguardano magistrati in servizio presso la Corte d’appello del capoluogo pugliese.

Secondo quanto si e’ appreso, il procuratore di Lecce, Cataldo Motta, ha ascoltato i pm Renato Nitti, Desiree’ Digeronimo, Giuseppe Dentamaro, Teresa Iodice, Francesco Bretone ed Elisabetta Pugliese, quest’ultima da qualche mese in servizio presso la Direzione nazionale antimafia. Il riserbo imposto dagli inquirenti non ha permesso di sapere nell’ambito di quale indagine siano state fatte le audizioni. E’ noto che da circa un anno la procura salentina ha in corso un’inchiesta sul procuratore di Bari, Antonio Laudati. Questi e’ accusato da un suo ex pm, Giuseppe Scelsi (oggi sostituto pg a Bari) di aver di fatto rallentato l’indagine sulle escort che Gianpaolo Tarantini ha portato a casa dell’allora premier Silvio Berlusconi tra il 2008 e il 2009. Laudati e’ indagato a Lecce per favoreggiamento, abuso d’ufficio e tentativo di violenza privata. Non si sa, tuttavia, se le audizioni dei pm baresi siano avvenute proprio nell’ambito di tale procedimento.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette − quattordici =