Sono stati beccati dai carabinieri mentre preparavano confezioni di cocaina nel garage e sono finiti nei guai in tre. Le manette, infatti, sono scattate ai polsi di Francesco Coronese, 36enne di Taviano, e di Sejdini Saimir, 21enne albanese ma residente a Taviano, entrambi già noti alle forze dell’ordine, accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Ma nel blitz è stato anche denunciato un sedicenne, K.Z.
È accaduto nella tarda serata di ieri, quando i carabinieri hanno sorpreso all’interno del garage i 3 giovani, attorno ad un ripiano in legno ancora sporco di residui di cocaina, al di sopra del quale vi era una busta di cellophane in parte bruciata, con all’interno circa una trentina di dosi tagliate pronte per essere confezionate e con solo una dose integra, poco distante vicino ad un vasetto di conserve di pomodori, all’interno di un pacchetto vuoto di sigarette, vi erano riposte altre 29 dosi già confezionate e pronte per la commercializzazione. La perquisizione veniva, perciò, estesa a tutto il locale e consentiva il ritrovamento di un bilancino di precisione, un accendino utilizzato per il confezionamento a caldo della sostanza, somma in denaro pari a 260 euro, nonché vario materiale per confezionamento. I due maggiorenni sono stati accompagnati a Borgo San Nicola, mentre il PM di turno del tribunale dei minori, Dott. Tramis disponeva la denuncia a piede libero per il ragazzo.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.