Alessia ha due anni e una vita difficile davanti. E’ una bambina autistica, affetta da un ritardo psicomotorio che le impedisce di vivere come i suoi coetanei. Non parla e non cammina, trascorre le sue giornate su un seggiolone ideato apposta per la sua patologia.

Vive con la madre, Maria, 23 anni, siciliana, originaria di Gela, e papà Donato, di Surbo. Abitano in una casa in affitto a pochi chilometri da Lecce, nella marina di S. Cataldo. A Maria piace il mare, non ne può fare a meno, l’unica panacea in grado di alleggerire il suo stato d’animo carico di una quotidiana sofferenza. Una sofferenza che in questi giorni si è fatta più pesante, lo si legge negli occhi dei suoi genitori, costretti a sgomberare l’appartamento in cui vivono. Lunedì 24 settembre, infatti, scade il mese e mezzo di proroga concesso alla famiglia dall’Ufficiale Giudiziario, intervenuto nella vicenda a seguito della richiesta di sfratto presentata dal proprietario dell’immobile. L’affitto dell’appartamento ammonta a 250 Euro mensili. Una somma non esosa eppure insostenibile per Donato e Maria, entrambi disoccupati. Il primo percepisce una pensione di invalidità pari a 260 Euro, assegnata dopo un intervento invasivo. Maria, invece, ha dovuto smettere di lavorare per stare accanto alla figlia che necessita di un sostegno costante. La pensione del marito è l’unico reddito a disposizione, da un anno i coniugi non riescono più a pagare il canone di locazione. Difficile arrivare a fine mese con un budget tanto esiguo, alle spese comuni ad ogni famiglia si aggiungono poi anche quelle mediche. Ad Alessia spetterebbero i sussidi economici, ma finora non sono stati erogati.
Diverse volte i genitori di Alessia si sono appellati all’amministrazione comunale e ai cittadini, la disperazione li ha spinti a raccontare la loro vicenda davanti alle telecamere di alcune emittenti locali, ma al momento nulla è stato fatto. L’unico dato certo resta la scadenza della proroga, termine fissato per lunedì, giorno in cui la famiglia dovrà fare le valigie e chiudersi la porta di casa alle spalle.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sette + tredici =