”Differire la disputa della partita Lecce-Cremonese (Lega Pro, in programma domani, ndr) per lasciare impregiudicata la possibilita’ dell’Unione Sportiva Lecce di disputare il campionato di serie B nel caso di accoglimento del ricorso proposto innanzi al Tnas, gia’ valutato come complesso in punto di fatto dal dott. De Roberto”.

A chiederlo e’ l’Us Lecce con una lettera inviata oggi ai presidenti di Figc, Lega nazionale professionisti, Lega B e Lega Pro. La richiesta scaturisce dal provvedimento del presidente del Tnas, nel quale si rileva la ”complessita’ in punto di fatto delle vicende oggetto di contestazione” e si demanda alla competenza del collegio arbitrale l’eventuale adozione di idonee misure cautelari, nonostante la ”pronuncia sanzionatoria sia gia’ in corso di esecuzione” (il Vicenza ripescato in B al posto del Lecce retrocesso in Lega Pro, ndr). Nel caso di rigetto della proposta di differimento della gara di domani, la societa’ giallorossa ”pur non sottraendosi alle determinazioni assunte – prosegue la lettera – non rinuncia al ricorso instaurato innanzi al Tnas e non presta nessuna forma di acquiescenza anche in relazione alle possibili richieste risarcitorie che saranno formulate innanzi al giudice competente”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × due =