Con una barca a vela bianca monoalbero, lunga circa 14 metri e battente bandiera Usa, 55 immigrati mediorientali e asiatici (42 uomini, otto donne e cinque bambini) hanno raggiunto il Salento e sono sbarcati stamattina nel porto di Gallipoli.

 

Alcuni migranti – tra cui una donna al terzo mese di gravidanza – sono stati condotti in ospedale per accertamenti, gli altri trasferiti nel centro di accoglienza don Tonino Bello di Otranto. Ad allertare i soccorsi e’ stata una segnalazione al numero di emergenza 1530 delle Capitanerie di Porto che segnalava un natante in difficolta’ a causa delle proibitive condizioni meteo marine (il mare e’ forza 4) nelle acque della marina di Nardo’. Immediatamente si sono dirette in zona le motovedette della Guardia costiera e della squadriglia navale della Guardia di Finanza di Gallipoli.

I militari hanno rimorchiato il veliero e lo hanno portato nel porto gallipolino dove i migranti, che dicono di essere afghani, iracheni, pachistani, siriani, turchi e del Bangladesh, sono sbarcati e hanno ricevuto le prime cure. Indagini sono state avviate dal gruppo interforze della Procura di Lecce per individuare gli scafisti che potrebbero nascondersi tra i clandestini.

 

Christian Petrelli

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

venti + sette =