Pane, pizzi, friselle, bocconcini sfiziosi. Ce n’è per tutti i gusti a “Pane in Piazza”, la manifestazione dedicata al mondo della panificazione che si terrà in piazza S. Oronzo da domani 1° Novembre fino a domenica 4.

Stand straripanti di goloserie attendono i numerosi visitatori leccesi e salentini che già lo scorso anno hanno fatto registrare una sentita partecipazione. Quest’anno poi, oltre ai maestri panificatori partecipano anche i pasticceri, rendendo questo evento uno tra i più golosi del programma annuale proposto dalla Camera di Commercio di Lecce, con la partecipazione di Confartigianato Imprese Lecce, l’Associazione Panificatori Salentini e quella Pasticceri Salentini, il Consorzio Gusto Salento e con il patrocinio della Provincia e del Comune di Lecce.
Taglio del nastro domani mattina alle 11.30, con la benedizione alle attrezzature di panificatori e pasticceri di don Antonio Bruno, parroco della Cattedrale di Lecce. Dopodiché si apriranno i battenti dei 400 metri quadrati allestiti al centro di piazza S. Oronzo, nei quali si potranno assistere a dimostrazioni e lavorazioni in diretta di pane, focacce e dolci nelle varianti più disparate, che saranno poi offerte ai visitatori per la degustazione. Una grande opportunità per conoscere le prelibatezze tipiche della nostra terra e anche per carpire i segreti dei maestri che si alterneranno nelle realizzazioni.
Ricchissimo il calendario: dai filoncini di semola alle olivate di grano duro, per passare a ciabattine, focacce, pizzi, e molto altro che sarà possibile degustare nei quattro giorni di manifestazione. Anche i dolci saranno quelli tipici della nostra terra: dita degli apostoli, bocche di dama, buccunotti, cartellate, pasta di mandorla, mustazzoli, pasticciotti, purceddhruzzi, zeppole, rustici e tanti altri, recanti il marchio di qualità “Dolce in Salento”.
“Eventi come questo hanno un successo straordinario”, ha affermato l’assessore provinciale al Marketing territoriale e al turismo Francesco Pacella, “Così facendo si punta ad un messaggio importante: continuare ad insistere sulle tipicità territoriali. Non è infatti, solo un momento ludico ma lascia qualcosa di concreto sul territorio. A cominciare dalla possibilità di un mestiere che può cambiare la vita e dare tante opportunità.”
E ad insistere sull’importanza del mestiere del panificatore, anche il presidente della Camera di Commercio Alfredo Prete: “Si sottolinea il valore dell’arte della panificazione che è un mestiere che sì, richiede tanto sacrificio ma dà anche tanto. E’ su mestieri come questo che bisogna puntare e su cui i giovani devono porre l’attenzione: le nuove generazioni devono riflettere sul fatto che ci sono tantissimi mestieri che non conoscono e che richiedono un percorso diverso dall’Università ma che danno altrettanta soddisfazione. Invitare i giovani a guardare a questi mestieri, è anche compito della Camera di Commercio che ha in programma numerose iniziative nelle scuole per parlare direttamente con loro che c’è tutto un mondo intorno e che bisogna guardare a 360° tutte le possibilità di lavoro”.
Gli stand di Pane in Piazza saranno aperti giovedì 1 Novembre, dalle 11.30 a mezzanotte; venerdì 2 dalle 17 alle 24; sabato 3, dalle 16 alle 2 di notte; domenica 4 infine, dalle 10 alle 22.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 + tre =