Avrebbe abusato della nipotina per quattro anni. Baci e palpeggiamenti in assenza dei genitori e della moglie. E’ indagato, con l’accusa di violenza sessuale aggravata, il nonno, 79enne del nord Salento.

Le presunte molestie sessuali sarebbero andate avanti da quando la bimba aveva 10 anni, finchè la presunta vittima non è riuscita a rompere il silenzio e a raccontare tutto ad un insegnante. Così ha trovato la forza per parlarne anche con i genitori e una denuncia è giunta in procura. Un fascicolo è stato aperto dal sostituto procuratore Stefania Mininni.

In mattinata la presunta vittima ha confermato tutte le accuse mosse al nonno in sede di incidente probatorio davanti al giudice delle indagini preliminari Carlo Cazzella, con l’aiuto della psicologa Mariangela Pascali e in presenza del legale dell’uomo, l’avvocato Paolo Spalluto.

Nei mesi scorsi gli investigatori hanno ascoltato le testimonianze di parenti e persone che nel tempo hanno raccolto le confidenze dirette e indirette della piccola e dei suoi genitori che sono sempre stati ignari di quanto sarebbe accaduto nella loro abitazione, e nella casa dei nonni. Le indagini sono in corso.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.