I Finanzieri del Comando Provinciale di Lecce hanno concluso una serie di controlli per la lotta al sommerso nel settore delle locazioni immobiliari estive, nei confronti di 110 proprietari di immobili, dei quali 100 sono risultati irregolari, omettendo di dichiarare i canoni di locazione

percepiti durante le stagioni estive dal 2007 al 2010, per un totale di 529.535,00 euro ed evadendo l’imposta di registro per un importo pari a 7.075,00 euro.

Le attività ispettive hanno riguardano l’intero litorale salentino, ma le maggiori irregolarità sono state riscontrate per immobili ubicati prevalentemente nelle marine di Torre Pali, Lido Marini, Pescoluse e Torre Vado. 

Molto diversificate le situazioni riscontrate. C’è chi ha occultato canoni tutto sommato modesti ma anche chi non ha dichiarato importi di una certa rilevanza.

E’ il caso dell’ex idraulico, proprietario di 8 appartamenti al mare, che, in 4 anni, è riuscito a nascondere al Fisco affitti per complessivi 67.320 euro, oppure del bancario ora in pensione che, in una sola stagione estiva e per 4 appartamenti ha percepito canoni di locazione per 23.000 euro, anche questi non dichiarati.

Per ognuno dei trasgressori, la maggior parte residenti in altri comuni della provincia di Lecce, è stato redatto un verbale di constatazione che i Finanzieri hanno poi provveduto a trasmettere all’Agenzia delle Entrate competente per la successiva fase di accertamento delle imposte dovute e delle relative sanzioni.