Hanno ottenuto gli arresti domiciliari Gaetano De Pascali, 24 anni e Claudio Elia, di 29, entrambi di Muro Leccese arrestati lo scorso 8 agosto dai finanzieri della Compagnia di Lecce sulla statale che collega il capoluogo salentino con Maglie

 

Il gip Ines Casciaro ha accolto l’istanza degli avvocati difensori Mauro Ciardo e Silvia Mauro nonostante il parere favorevole del pm Stefania Mininni. Per il giudice si sono attenuate le esigenze cautelari e i due giovani possono così rientrare nei rispettivi domicili dopo aver trascorso oltre due mesi in carcere. Nel mese di settembre il Tribunale del Riesame rigettò la richiesta di scarcerazione motivando il provvedimento sulla base del pericolo di reiterazione del reato. Secondo quanto accertarono le fiamme gialle, De Pascali si trovava alla guida di un’auto imbottita di “droga”, “scortato” da un secondo mezzo dove prendevano posto oltre a Elia anche Emanuele Puce, di 25 anni e Marco Salvatore Manzi, di 22, anch’essi di Muro Leccese.

Vennero sorpresi mentre discutevano animatamente all’esterno delle proprie auto. Scattò così un pedinamento con i due mezzi mentre procedevano incolonnati quando, alla vista degli uomini delle fiamme gialle, una delle due autovetture aumentò la velocità, mentre la seconda tentò di imboccare lo svincolo per Zollino, per essere poi fermata dai militari. Nell’auto condotta da De Pascali furono trovati oltre 4 chili di marijuana, suddivisi in quattro vistosi involucri, nascosti in un sacchetto in plastica. Al termine degli accertamenti, i finanzieri arrestarono in flagranza di reato i quattro giovani accompagnandoli presso il carcere di Lecce. anche Manzi e Puce si trovano agli arresti domiciliari.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

otto − 1 =