Dopo Nord e Centro Italia è la volta del Mezzogiorno: il “Road Show Italia 2011-2012” si ferma a Lecce con la quinta tappa del viaggio organizzato dall’Associazione bancaria italiana per avvicinare le banche a istituzioni, imprese e cittadini e favorire così occasioni d’incontro sul territorio.

L’iniziativa si svolgerà nell’arco di due giornate, venerdì 26 e sabato 27 ottobre, e sarà caratterizzata da un evento istituzionale e da due distinti momenti di contatto con la cittadinanza.

Si parte venerdì con un’occasione di educazione finanziaria che coinvolgerà oltre 350 studenti dell’ultimo anno delle scuole elementari e delle medie. Appuntamento dalle 9 in poi presso il Multisala Massimo, dove esponenti delle autorità locali e rappresentanti delle banche del territorio accoglieranno i ragazzi e, dopo aver introdotto la mattinata, passeranno il testimone a un docente di economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. La sfida è coinvolgere la vasta platea in una lezione interattiva che spiegherà agli studenti in modo semplice e divertente “Come sarebbe il mondo senza le banche”, trasmettendo l’utilità dei principali servizi finanziari e stimolando la riflessione su quanto cambierebbe la vita quotidiana delle loro famiglie e della loro città se le banche non esistessero. Al termine della lezione le classi visiteranno alcune filiali cittadine: accolti dai direttori di sportello potranno così vivere una prima esperienza dell’operatività della banca, incontrando e interagendo al contempo con le professionalità che vi operano.

L’indomani l’appuntamento leccese del Road Show si sdoppierà in due eventi paralleli. Il Grand Hotel Tiziano e dei Congressi ospiterà dalle 9.45 l’incontro tra Istituzioni, industria bancaria e imprenditoria. Dopo i saluti delle autorità politiche ed economiche locali (Regione, Provincia, Comune e Camera di commercio di Lecce) prenderanno il via due sessioni: nella prima tavola rotonda rappresentanti dell’industria bancaria locale e del mondo produttivo regionale proveranno a fotografare assieme l’attuale congiuntura, ragionando sulle possibilità di una sempre maggior sinergia e vicinanza tra banche e aziende. Nel secondo momento il dibattito coinvolgerà banchieri e imprenditori pugliesi dell’agroalimentare, dell’arredamento, della cultura, dell’It e della meccanica e sarà incentrato sul tema dell’impegno delle imprese bancarie per lo sviluppo dell’Italia. A chiudere le conclusioni del Presidente dell’Abi Giuseppe Mussari.

Sempre sabato 27, dalle 9 alle 20, si svolgerà l’iniziativa ospitata nel Centro commerciale di Cavallino, dove saranno allestiti cinque stand, ciascuno dedicato a un servizio bancario diverso (conto corrente, carte di pagamento, mutui, servizi di investimento, banca online). Visitando i vari stand, aperti tutto il giorno e animati da personale Abi e da dipendenti degli istituti locali, i visitatori potranno testare le proprie conoscenze in tema di banche grazie a un divertente quiz ‘educativo’ che farà guadagnare buoni spesa a chi risponderà correttamente a una serie di domande. Negli stand i visitatori troveranno materiale informativo e di approfondimento, tra cui la guida “Se la Banca non ci fosse…” realizzata da Bancaria Editrice. L’opuscolo, corredato da dodici vignette realizzate dal disegnatore Passepartout, invita i lettori a riflettere sorridendo su come si vivrebbe senza i principali servizi bancari, dal bonifico all’assegno, dall’amministrazione e custodia titoli ai prestiti personali, passando per Rid, prelievi agli sportelli Atm, servizi di investimento, credito alle imprese e mutui casa.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × 5 =