Topo d’appartamento leccese finisce in manette a Bologna. Si tratta del 38enne salentino Fabio Mangia, nato in Germania ma originario di Leverano, arrestato venerdì sera dai carabinieri del nucleo radiomobile di Bologna. Aveva appena messo a segno un furto, ma è stato bloccato dai carabinieri ed arrestato.

Il 38enne è stato fermato mentre tentava di scappare per le scale del condominio al civico 7 di via Righi a Bologna, che aveva da poco svaligiato. Sono stati alcuni condomini a sorprenderlo mentre tentava di fuggire con la refurtiva e ad allertare tempestivamente il 112.
La gazzella dei carabinieri ha in poco tempo raggiunto lo stabile, riuscendo a bloccare il topo d’appartamento salentino, prima che potesse allontanarsi. Quando è stato fermato, Fabio Mangia è stato trovato in possesso di un computer portatile e di un telefono cellulare, che aveva portato via dall’abitazione di un 53enne bolognese, approfittando della momentanea assenza del padrone di casa. Per crearsi il varco ed entrare nell’appartamento, il ladro aveva utilizzato alcuni arnesi da scasso, poi recuperati e sequestrati. Mangia, in Emilia da diversi anni, è stato arrestato con l’accusa di furto in abitazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli, mentre tutta la refurtiva è stata recuperata e restituita ai legittimi proprietari.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × 4 =