Le fiamme gialle della Tenenza di Casarano hanno denunciato alla Procura di Lecce, per truffa aggravata ai danni dello Stato, una persona che ha percepito, per quasi trent’anni, la pensione di cieco assoluto con indennità di accompagnamento per un ammontare complessivo di circa 260mila euro.

 

Si tratta di un 62enne residente dagli anni Ottanta a Casarano; affetto da problemi alla vista, riuscito a farsi riconoscere, nel 1984, l’invalidità di “cieco assoluto da entrambi gli occhi, abbisognevole di accompagnamento”.Di fatto, come documentano le immagini riprese dai militari della Guardia di Finanza, il “falso cieco” usciva di casa sempre da solo, senza essere mai accompagnato. Inoltre, l’uomo conduceva una vita assolutamente normale, tanto da essere filmato mentre effettuava acquisti nei negozi, camminava per strada destreggiandosi nel traffico cittadino, fino a scansare persino lo specchietto dei veicoli parcheggiati; e ancora, mentre camminava, ben nascosto da sguardi indiscreti e con il bastone sotto al braccio e digitava i numeri in scioltezza sulla tastiera del cellulare. I fatti sono stati segnalati anche alla Procura Regionale della Corte dei Conti di Bari per il danno erariale.