Sono stati trovati in possesso di numerosi smartphone rubati in estate lungo le spiagge della Marina di Salve ed è scattata la denuncia a piede libero per una coppia di coniugi di 39 e 30 anni, M.R. e R.R. residenti a Salve.

Alla denuncia dei due si è giunti nel corso delle indagini svolte dai carabinieri di Castrignano, dopo il furto di uno smartphone avvenuto qualche settimana fa. Il telefono, costantemente monitorato dai militari, aveva smesso di essere rintracciabile subito dopo essere stato rubato, salvo poi ricomparire improvvisamente in un centro di assistenza di Salve.

Ricevuto il warning, i militari si sono subito recati presso il negozio il cui proprietario, totalmente estraneo ai fatti, ha immediatamente consegnato ai Carabinieri sia il telefono in questione che altri due smartphone portati in riparazione da due persone, in seguito identificati per M.R. e R.R., pochi giorni prima.

Recatisi nell’abitazione dei due, i Carabinieri hanno svolto un’accurata attività di perquisizione al termine della quale hanno sequestrato altri sette cellulari, una macchina fotografica digitale ed altri oggetti, fra cui un borsello, una penna in argento ed una custodia di occhiali da sole, tutti oggetto dei, per fortuna pochissimi, furti avvenuti la scorsa estate.

Tre smartphone e la macchina fotografica digitale sono stati immediatamente restituiti agli aventi diritto mentre per i rimanenti oggetti so no stati già avvisati i proprietari ai quali verranno riconsegnati nei prossimi giorni.

M.R. e R.R., invece, sono stati denunciati in s.l. alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce per il reato di ricettazione.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

nove − sei =