Si aprirà il 4 marzo prossimo davanti al giudice dell’udienza preliminare Ines Casciaro il processo, con rito abbreviato, al Sindaco Morciano di Leuca Giuseppe Picci, 44 anni e al Comandante della Polizia municipale, Giovanni Anastasio, 53anni, che furono anche arrestati con l’accusa di concussione.

Secondo quanto accertato dalle indagini, entrambi avrebbero cercato in tutti i modi di costringere i gestori di un chiosco nella Marina di Torre Vado (moglie, marito e figlia) a non produrre e vendere più crêpes, nonostante tale prodotto rientrasse nelle autorizzazioni ricevute.

I fatti si sarebbero verificati a partire dalla stagione estiva del 2009.

Dietro tutto questo ci sarebbe stato un presunto accordo con i titolari di attività commerciali concorrenti che vendevano crêpes nella zona e che i due pubblici ufficiali , secondo l’accusa, avevano intenzione di favorire, in cambio del loro sostegno a Picci nella tornata elettorale del giugno 2009.

Gli imputati sono assistiti dall’avvocato Francesco Vergine.