Un cumulo di corrispondenza non consegnata,  strappata ed abbandonata per un totale di circa 9 Kg , è stato trovato in un campo dai Carabinieri di Galatone. Da subito il fatto è stato ricondotto a qualche dipendente “irresponsabile”, incaricato di recapitare la corrispondenza, ma che sicuramente aveva pensato bene di disfarsene.

 

Così i militari hanno immediatamente convocato il responsabile della ditta incaricata del servizio, il quale, stupefatto, è venuto a conoscenza del rinvenimento.  Dopo una veloce ricerca dai registri della ditta, si è risaliti al dipendente che era stato incaricato del trasporto di tutte quelle lettere, destinate ad enti ed a privati, per un valore di spedizione di circa 600 Euro, corrispondenza che conteneva lettere anche di una certa importanza ed urgenza.

Così il giovane è stato deferito in stato di libertà. Il reato è quello di “violazione, sottrazione, soppressione di corrispondenza”.